"La montagna chiama"
L'Innerfarmerhof si trova sul versante sud del gruppo montuoso di Tessa ad 800m sopra il livello del mare ed è l'ideale punto di partenza per escursioni in altitudine nella Valle di Sopranes, caratterizzata dai suoi 9 laghi. Questi si estendono a terrazzamenti - dalla „Kaserlacke“ vicino alla malga Oberkaser (2.100m) fino al „Milchsee“ (2.700m) al di sotto del monte Cigot – sopra l'intera valle
"Solo dove sei stato a piedi, ci sei veramente stato."
La nostra pensione si trova sul sentiero idrico di Merano „Meraner Waalrunde“ - un sentiero lungo 80 km intorno a Merano. Questi canali „Waale“ venivano usati per l'irrigazione dei frutteti, e gli stretti sentieri che li costeggiano oggi sono molto apprezzati come mete di escursioni per famiglie ed escursionisti dilettanti. Idee per passeggiate nei dintorni dell' Innerfarmerhof
"Le montagne sono maestri silenziosi e fanno scolari taciturni."
Quando aprirete la porta del balcone del vostro appartamento avrete tutta la conca del Burgraviato ai vostri piedi. Godetevi la vista ad ovest della montagna Ivigna, passando per tutta la valle dell'Adige, a sud la cima del monte Luco fino ad arrivare alla catena montuosa dell'Ortles in Val Venosta. Questo panorama è unico. Promesso!
"Sulle tracce dei vecchi cavallieri."
In Alto Adige ci sono più di 500 rocche, castelli e rovine, alcune di queste anche nelle immediate vicinanze dell'Innerfarmerhof. Il più famoso è Castel Tirolo, che fino al 15° secolo era la dimora dei conti di Tirolo. Oggi il castello ospita il museo regionale della cultura e storia ed il centro di recupero per rapaci e gufi. Il vicino Castel Fontana, situato su uno sperone di roccia, risale all'alto Medioevo ed è luogo in estate, tra le varie cose, di eventi musicali.
Castel Tirolo
Castel Fontana
"Merano – rustico, idilliaco ed urbano al tempo stesso."
In primavera i giardini di Merano respirano il profumo del sud. Il Passirio grazie all'acqua di disgelo prende il colore blu-ghiaccio del terreno alluvionale, a destra e sinistra del fiume scorrone le passeggiate. Sulla passeggiata invernale c'è la vecchia „Wandelhalle“, una delicata costruzione in ferro contornata da glicini in fiore. Nel 19° secolo era mèta di innumerevoli visitatori. La vecchia Merano era un'ode estetica alla nostalgia – riccamente costruita negli spazi e nel tempo. Qui abitava la nobiltà europea vicino alle tradizionali famiglie di contadini tirolesi ed ai tanti ebrei delle metropoli europee. Questa miscela caratterizzava al tempo la città di cura. Oggi Merano è una sonnacchiosa romantica cittadina, ma dove, proprio per questo, si può sempre ancora ammirare cose che appartengono al passato. Proprio su questo punta l'offerta culturale del Burgraviato. Da un lato dà spazio alla storia e alle tradizioni della provincia e dall'altra si apre a manifestazioni moderne come l'Alto Adige Jazz Festival e le Settimane Musicali Meranesi. I tanti musei, come p.es. il Touriseum dei giardini di Castel Trauttmansdorff vicino ai giardini botanici oppure il museo di arte contemporanea nel cuore della città, offrono al visitatore una molteplicità di impressioni contrastanti.